Eh si … sono passati 15 anni … Ora vi scrivo dal mio dual core, giga di ram giga di disco giga di qui giga di la, allora usavo il mio bel scatolotto con il tastino “Turbo” sempre acceso, un monitor bello tondo e traballante mentre ora uso un plasma panoramico, eppure … non sento proprio il “sapore” di tutte queste grandi differenze … cosa accomuna questi due periodi così lontani? Credo siano le “emozioni”.

Oggi ho installato un giochino nuovo, beh … diciamo che per molti lo sarà … “Another World 15° anniversario“, tanto per cominciare, diversamente da allora, oggi funziona così: scarta il pacchetto, inserisci il cd, premi installa e gioca! allora funzionava così: metti il dischetto, installa e comincia a smadonnare alla grande, la memoria per l’esecuzione del file non era mai abbastanza, e allora giù di testa con memmaker /questo /quello … etc etc, realizzazione di un bel dischettino di boot ad hoc e via, salvo imprevisti si parte! Ora si sente sempre più spesso dire che le nuove leve son sempre più sgamate ma diciamo che anche ai nostri tempi non eravamo poi così male, ora compri una bella play e la massima fatica che devi fare per giocare è premere un bottone, così è fin troppo facile.
Tornando ad oggi pomeriggio, ben comodo sul divano parte il gioco, un paio di opzioni per ottimizzare il setup e poi via … video a 1920×1080 e audio digitale comincia il filmato introduttivo, quella Ferrari, quei lampi, mamma mia “da brivido”, ho provato la stessa emozione, lo stesso stupore, tutto come quella prima volta … si comincia con il tuffo nell’altro mondo e via di calcetti ai vermicelloni avvelenati, sto rifacendo la prima parte del gioco tutta a memoria come se fossero passati pochi giorni dall’ultima volta che ho smesso di giocarci.
Probabilmente il 2007 rispetto al 1991 è proprio “un altro mondo” ma non è poi così diverso, o almeno, nel mio caso.