Sono tornato nuovamente a Parigi, ormai siamo diventati quasi amici … una delle grandi fortune di questa città, oltre a quella di poter vantarsi di esporre opere “italiane”, è quella di aver saggiamente deciso di non demolire la Tour Eiffel, sarebbe stata una vera disgrazia, è semplicemente divina, quando ci si trova ai piedi di questa gigantesca opera ci si perde nell’osservarne le dimensioni, il groviglio di tralicci, si rimane veramente a bocca aperta.
Bisogna ammettere che i parigini hanno imparato bene a valorizzarla, ogni volta che sono tornato a vederla in questi anni è sempre stata “addobbata” diversamente, ogni volta ho potuto portare a casa una nuova foto senza collezionare doppioni, non l’ho mai vista 2 volte nello stesso modo …
In questo periodo è possibile ammirarla, la sera, illuminata in versione bicolore verde/oro in occasione dei mondiali di Rugby.
Oltre all’illuminazione hanno posizionato al primo piano un maxischermo che trasmette i risultati delle partite ed un pallone da Rugby illuminato al centro della torre.