Senza categoria

A tu per tu con …. l’iPad WiFi

Vista dal basso, connettore Dock e speaker,
sul lato destro in alto si trovano il volume ed
il blocco della rotazione.

Sto testando per bene il nuovo Apple iPad nella configurazione WiFi da 32Gb (valore commerciale 599$).
Look e Feel:
La prima impressione riguarda due fattori fondamentali, il primo è che per accenderlo e goderne almeno la home bisogna (come al solito) collegarlo ad un pc con iTunes installato e creare un proprio profilo; il secondo riguarda il materiale utilizzato molto simile al metallo satinato dell’iPhone 2G ma ancor più delicato, si graffia solo a guardarlo.
Oltre al rischio di graffi ho ritrovato anche la stessa mancanza di grip, è abbastanza scivoloso, potrei consigliare quindi una bella cover per evitare di rigarlo in continuazione o vederlo volare a terra.
Difetti:
La mancanza di una fotocamera posteriore (anche se in molti casi sarebbe stata utile) non la ritengo fondamentale, trovo invece grave quella di una webcam anteriore; un device come questo non avendo la connettività 3G (disponibile sulla serie maggiore, WiFi+3G+GPS) ed supporto telefonico sarebbe stato idoneo e sfruttabile con applicazioni tipo Skype per chat o videochiamate sfruttando reti WiFi.
Un device che pretende di essere considerato “Tablet” non può mancare del supporto di un pennino, la scrittura a video, per quanto migliorabile, non sarà immediata e pratica come la scrittura a mano supportabile poi da un’interpretazione OCR.
Non mi ha convinto la proporzione della tastiera, nella modalità landscape è troppo grande, occupa circa la metà dello schermo, diventa faticoso compilare un form a video (manca anche un utilissimo tasto “TAB” per passare da un campo all’altro, spesso la funzione “Successivo” non compare) dovendo quindi alzare ed abbassare la tastiera per passare da un campo all’altro.
La precisione del tocco è sicuramente migliorabile, per riuscire premere in una piccola area come un bottone spesso ho dovuto ingrandire l’immagine.
Altro tasto dolente è rappresentato dalla mancanza del “file system”, l’impossibilità di salvare un file durante la navigazione è un aspetto negativo per un device che si propone come una soluzione portatile, la dipendenza da un altro pc è sempre troppo evidente limitandone le possibilità di utilizzo.
Non è stata prevista la porta USB, manca anche uno slot per la lettura di memory card (per questo esiste qualche accessorio nello Store ma l’utilizzo è vincolato al download di immagini).

Download di immagini via USB
Prima attivazione del dispositivo collegato ad iTunes

Caratteristiche:
Lo schermo ha una buona luminosità, la leggibilità contro luce è ovviamente penalizzata dai riflessi, difetto più evidente rispetto ad un monitor lucido per via delle impronte.
La fluidità del sistema è ottima, garantita dal fatto che un processore migliore sta utilizzando un sistema operativo adeguato a processori più lenti utilizzati sugli attuali modelli di iPhone.
L’apertura delle applicazioni non è sempre all’altezza delle prestazioni del sistema, questo ritardo probabilmente sarà migliorato con le nuove release.
Collegando iPad al software iTunes (recentemente aggiornato alla versione 9.1.1) viene proposto, se disponibile, il caricamento del proprio profilo in uso (sincronizzato con iPod o iPhone), importando quindi la libreria musicale e le applicazioni precedentemente acquistate (visualizzabili in modalità ridotta per via della differente risoluzione).
In attesa dell’uscita sul mercato italiano, prevista per il 28 maggio, si possono scaricare le applicazioni solo sincronizzandole tramite iTunes dato che la navigazione in AppStore non è ancora abilitata per l’uso nel nostro paese (per provarlo in anteprima occorre creare un account fittizio sullo store americano indicando un loro indirizzo, usando ad esempio il CAP di NY).
L’aspetto multimediale è di ottimo livello, buona la fluidità dei video e discreta la qualità audio anche utilizzandolo senza auricolari, trovo però discutibile la scelta della posizione dello speaker, si trova solo da un lato ed in prossimità della presa, spesso coperto quindi dalla nostra mano.
La galleria delle immagini è studiata molto bene, grazie al multitouch allargando o riducendo un’immagine si può passare rapidamente dall’anteprima a tutto schermo, alla visualizzazione delle immagini contenute nell’album, fino all’elenco delle cartelle; pur avendo caricate molte immagini la velocità di caricamento delle anteprime non ha mai dato cenni di rallentamento.

AppStore italiano non ancora disponibile
Google Maps, nella versione solo WiFi in assenza del ricevitore GPS la posizione viene rilevata tramite la propria connessione.
La proporzione della tastiera nella modalità orizzontale

Come anticipato parlando dello store italiano la data ufficiale di distribuzione sul mercato italiano è fissata per il 28 maggio, sono stati dichiarati anche i prezzi delle versioni WiFi e WiFi+3G con capacità di memoria che variano da 16 a 64Gb.

Modello WiFi: 499 Euro per la versione 16Gb / 599 Euro per la versione 32Gb / 699 Euro per la versione 64Gb.
Modello 3G+WiFi+GPS: 599 Euro per la versione 16Gb / 699 Euro per la versione 32Gb / 799 Euro per la versione 64Gb.
C’era da aspettarselo, il solito cambio Dollaro/Euro fatto a tavolino, nonostante la ripresa del dollaro le valutazioni italiane rimangono sempre nettamente più sfavorevoli.

Considerazioni finali:
Considerando le caratteristiche precedentemente illustrate e basandosi sul prezzo elevato di vendita mi risulta difficile identificare il giusto target di questo dispositivo, lasciando da parte chi lo acquisterà per fedeltà al marchio lo vedrei bene per un certo pubblico che lo utilizzerà per presentazioni multimediali o per consultare mail o siti web, senza la necessità di produrre molti documenti.
Non possiamo quindi considerarlo un sostituto di nulla, si colloca idealmente tra un telefono ed un Netbook (quindi non un Notebook).
L’idea di utilizzarlo per la pura lettura la scarterei per via del peso, della presa non sempre comoda e per il piacere di tenere in mano un libro vero, naturale, fatto di carta …

var gaJsHost = ((“https:” == document.location.protocol) ? “https://ssl.” : “http://www.”);document.write(unescape(“%3Cscript src='” + gaJsHost + “google-analytics.com/ga.js’ type=’text/javascript’%3E%3C/script%3E”));
try {var pageTracker = _gat._getTracker(“UA-9169907-1”);pageTracker._trackPageview();} catch(err) {}

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...