Il sistema elettronico di controllo per la tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi, meglio conosciuto con il nome SISTRI, partirà ufficialmente il 1° giugno come confermato dal ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo.
Da un punto di vista più tecnico per le aziende il servizio si basa su delle chiavette USB che permettono il collegamento al portale internet del sistema SISTRI, ciò comporta che venga messo a disposizione un PC con il collegamento ad internet attivo.
Sulle chiavette, allo stato attuale, è installato un browser Firefox che si avvia in modo automatico, non viene quindi utilizzato nulla del pc locale, in caso di accesso tramite PROXY è utile ricordare che va impostato quindi nel browser installato nella chiavetta e non su quello del PC “ospite”.