In questi ultimi giorni Google ha davvero spinto su tutti i fronti aprendo le porte a diversi servizi, Music – Google+ – Voce.
Il servizio Voice va a competere con altri provider del calibro di Skype per il mercato della telefonia online, sfruttando una forte integrazione con gli altri strumenti della propria suite, prima fra tutti gMail e la rubrica dei contatti.
Il plugin è ora scaricabile per Windows e MacOS.
La ricarica del credito funziona come quella di un normale cellulare, si aggiungono 10 euro e si può chiamare fino a che non siano esautiri potendo inoltre aggiungere degli avvisi in caso di credito inferiore a 2 euro.
La cronologia di tutte le chiamate è sempre visibile all’indirizzo: https://www.google.com/voice/#history
Per ulteriori informazioni: https://www.google.com/voice