Errore nel tentativo di aggiornare Windows 10, “impossibile aggiornare la partizione di sistema riservata”

Questo problema mi è capitato su alcune installazioni con una partizione di disco GPT, accade quando in quella partizione di sistema non c’è abbastanza spazio per la scrittura, la soluzione è abbastanza semplice, si tratta solo di liberare un po’ di spazio in quella partizione e ripetere la procedura di aggiornamento.

I passi sono questi:
– aprire il menu “gestione disco” (si accede velocemente dal menu contestuale cliccando con il tasto destro sull’icona di Windows, la finestrella in basso a sinistra dello schermo)
– da questo menu si può accedere alle proprietà del disco (di solito disco 0) dove abbiamo le partizioni riservate ed il sistema operativo, questo è per verificare se il volume è MBR o GPT
– se la partizione è GPT come previsto bisogna aprire il prompt di Dos (sempre cliccando con il destro sull’icona Windows si seleziona prompt dei comandi come amministratore)

Da qui ripetere questi comandi:
mountvol y: /s
Y:

Accedere poi alla cartella EFI\Microsoft\Boot\Fonts (quindi cd efi, invio.. cd microsoft, invio…)
Digitare il comando “del .” e invio poi confermare con Si o Yes e di nuovo tasto invio

Lo spazio necessario sarà ora disponibile, da qui si riprende il setup di Windows come previsto..

Ebook gratuito, introduzione a Windows Server 2016

9780735697744Un testo (in inglese) sicuramente molto utile a chi, per lavoro o passione, si interessa al novità dei sistemi operativi.

In questo libro si parla del nuovo sistema Windows Server 2016, sono 181 pagine quindi non proprio un bigino, in cui viene presentato il sistema e le novità introdotte.

Per il download cliccate qui: Microsoft Press

We’re happy to announce the availability of our newest free ebook, Introducing Windows Server 2016 (ISBN 9780735697744), by John McCabe and the Windows Server team. Enjoy!

 

Come abilitare il salvataggio delle password in Remote Desktop

Per una impostazione di default del sistema operativo anche mettendo la spunta su “salva password” ad ogni connessione fatta verso i server Windows viene mantenuto registrato l’utente ma richiesta la parola d’ordine.

Se il pc da cui ci si connette è sicuro e personale, si può modificare una preferenza del pc in modo che si possa abilitare la connessione con le credenziali salvate.

La modifica è semplice e veloce, non server nemmeno riavviare il pc:

  1. dal menu esegui digitare gpedit.msc
  2. aprire il menu CONFIGURAZIONE COMPUTER > MODELLI AMMONISTRATIVI > SISTEMA > DELEGA DI CREDENZIALI
  3. sul lato destro aprire la voce CONSENTI DELEGA DI CREDENZIALI SALVATE SOLO CON AUTENTICAZIONE SERVER NTLM
  4. cliccare su ABILITA e sul bottone MOSTRA poco più in basso
  5. editare la chiave * aggiungendo questo server nell’elenco TERMSRV/*

Grazie a questa modifica da ora sarà possibile accedere velocemente senza dover digitare ogni volta la password.

Corso gratuito “Windows 10: Top Features for Consumers”

Are you a consumer, interested in the new features of Windows 10? Or maybe you’re an IT Pro, tasked with supporting your users and their expectations of Windows 10. Walk through the new functionality with popular author and technology journalist Ed Bott and Microsoft Worldwide Retail Sales & Marketing Director Ben Rudolph, and learn about the value and applicability of the new features.

https://mva.microsoft.com/en-US/training-courses-embed/windows-10-top-features-for-consumers-12455/Windows-10-Top-Features-for-Consumers-PowerPoint-Presentation-Ujkdx5mWB_901937555

Free ebook: Windows 10 IT Pro Essentials: Top 10 Tools

Ho trovato online questo eBook, trattandosi di Windows 10, il sistema operativo che si sta diffondendo rapidamente anche grazie alla grande possibilità di averlo in aggiornamento gratuito da 7-8-8.1 (affrettatevi, questa possibilità scade il 29 giugno), credo sia molto interessante per chi vuole approfondirne meglio la conoscenza.

We’re pleased to announce the release of our newest free ebook, Windows 10 IT Pro Essentials: Top 10 Tools (ISBN 9781509302789), by Ed Bott.

Collegamento alla pagina per il download:
https://aka.ms/Win10Tools/StndPDF 

Come recuperare le password delle WiFi che abbiamo salvato

Capita spesso di inserire una password di una rete wifi e poi non ricordarsela più, in Windows abbiamo a disposizione un comando che permette di visualizzarle.

La procedura è molto semplice, si apre una schermata “dos”, più comunemente “prompt dei comandi” in modalità amministratore.
Il primo comando visualizza la lista delle connessioni di rete WiFi che abbiamo salvato:
netsh wlan show profile
Una volta ottenuta la lista il secondo comando invece permette di visualizzare i dati della connessione che ci interessa:
netsh wlan show profile name=(nome della rete) key=clear

Compariranno diverse righe di testo, nella sezione impostazioni di sicurezza sarà possibile visualizzare la chiave.

Plug-in di Google Drive per Microsoft Office

Per aggiungere tra le opzioni di salvataggio anche il vostro drive online di Google si può installare questo plugin:
https://tools.google.com/dlpage/driveforoffice

“Questo plug-in semplifica la modifica dei file Office archiviati in Google Drive.”

Partizione di protezione GPT

Un disco che presenta questa protezione non può essere inizializzato su un altro pc, per procedere alla formattazione si può seguire questa procedura:

Fare clic con il tasto destro su “Computer” e scegliere “Gestisci“.
Selezionare Gestione disco (elencata in Archiviazione).
Cercare l’unità identificata come GPT e prendere nota del Numero disco (ad esempio Disco 1).
Aprire una finestra di comando (menu start > esegui > digitare CMD).
Dal prompt di comando, digitare diskpart e premere Invio. Verrà visualizzato il prompt di diskpart.
Dal prompt di diskpart, digitare list disk e premere Invio. Verrà visualizzato un elenco di unità in formato testo seguito nuovamente dal prompt di diskpart.
Dal prompt di diskpart, digitare select disk numerodisco (ad esempio, se il disco contenente la partizione di protezione GPT è il disco 2, digitare select disk 2) e premere Invio.
Verrà visualizzato un messaggio per indicare che il disco è stato selezionato, seguito nuovamente dal prompt di diskpart.
Dal prompt di diskpart, digitare “clean” e premere Invio. A questo punto la partizione e la firma dell’unità verranno rimosse e verrà nuovamente visualizzato il prompt di diskpart.
Dal prompt di diskpart, digitare exit e premere Invio. Digitare nuovamente exit per chiudere la finestra di comando.

Al termine di questi passi si può selezionare il disco e scegliere prima “inizializza” poi proseguire con la formattazione.

Google Hangouts Plugin per Microsoft Outlook

Grazie al nuovo plugin ora si può rispondere ad una riunione e partecipare con il video ad chiama da Microsoft Outlook®.

Compatibile con:
Windows 7 (32 and 64 bit) 
Windows 8 (32 and 64 bit) 
Microsoft Outlook 2007® SP2 
Microsoft Outlook 2010® (32 and 64 bit) 
Microsoft Outlook 2013® (32 and 64 bit)

Link al download del plugin e fonte della news: 
https://tools.google.com/dlpage/hangouts_outlookplugin

Un’applicazione non si installa per un riavvio in sospeso

Installando un IBM Client Access v7 x64 su un portatile con Windows 8.1 x64 avevo questo errore: “a system restart is pending, you must restart the computer before installing this product“.

Ovviamente il riavvio del pc non è la soluzione richiesta altrimenti non avrei scritto questo post 🙂
Ciò che ho trovato invece è questo procedimento:

1) Aprire il regedit e aprire questa chiave di registro:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Manager\PendingFileRenameOperations

2) Aprire il valore “PendingFileRenameOperations” e cancellare il contenuto dei “dati valore”, nel mio caso c’era questo:
\??\C:\WINDOWS\system32\WPRO_41_2001woem.tmp
\??\C:\WINDOWS\system32\WPRO_41_2001woem_nm.tmp

3) Senza bisogno di riavviare riprovate a installare l’applicazione

Per ulteriori informazioni: http://bit.ly/1f4Cblc

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: